Bagnolo in Piano - Teatro Comunale Gonzaga "Ilva Ligabue"



  • CARTELLONE
  • Informazioni
  • Il Teatro
  • Staff
12 settembre 2018 - 23 marzo 2019

TEATRO ABBONAMENTI

pdf

24 novembre 2018 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "ANIMALI DA BAR"

Uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo, drammaturgia Gabriele Di Luca, regia Alessandro Tedeschi, Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti, con Beatrice Schiros, Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Pier Luigi Pasino, Paolo Li Volsi, voce fuori campo Alessandro Haber. C'era una volta una metropoli. Dentro la metropoli un quartiere. Dentro al quartiere, il bar. jpg

1 dicembre 2018 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "INTERVISTA CONFIDENZIALE"

Di e con: Enzo Iacchetti.
Enzo Iacchetti attraverso domande mirate che siano collegabili al tema della comicità e della sua carriera teatrale e televisiva.
E' uno spettacolo di gran cabaret e sottoforma di un vero show. jpg

22 dicembre 2018 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "NATE BROWN & ONE VOICE" GOSPEL"

Direttamente da Washington D.C., diretto da Nate Brown.
Uno dei cori gospel più apprezzati e seguiti in America, vincitore di numerosissimi e prestigiosi premi. jpg

6 gennaio 2019 , ore 17.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "JENNIFER ALI DA GABBIANO"

Tratto da IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON
adattamento e regia PAOLO DI NITA
produzione Quelli del 29.
UNO SPETTACOLO VIBRANTE.
Per gli spettatori più giovani, per famiglie e per tutti quelli che hanno voglia di vivere in un’entusiasmante avventura di volo, di aria pura, di libertà. Un gabbiano che abbandona la massa dei comuni gabbiani e impara a eseguire il volo come atto di perizia e intelligenza, fonte di perfezione e di gioia. jpg

26 gennaio 2019 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "DOVE VAI TUTTA NUDA?"

Una commedia scritta e diretta da Marco Cavallaro
produzione E20inscena, con Alberto Barbi, Fabio Mascagni, Maria Occhiogrosso, Antonio Sarass.
La suite di un facoltoso albergo romano fa da scena alle disavventure dell’On. Panciaroli, Ministro della Repubblica Italiana a capo del Governo. Presunte tangenti, un amante insospettabile, la curiosità di un giornalista in cerca di scoop e una moglie che ha il “vizio” di girare sempre tutta nuda o quasi, sconvolgeranno la vita dell’Onorevole da sempre riconosciuto come persona dalla condotta esemplare sia sul lavoro, che nella vita privata. Un gioco comico che si rifà al genere della pochade francese, con un pizzico di humor inglese ma in perfetto stile italiano. jpg

9 febbraio 2019 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "ESODO"

Di e con SIMONE CRISTICCHI.
Esodo è un racconto per voce, parole ed immagini condotto da Simone Cristicchi, trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale “Magazzino18”, di cui Simone Cristicchi fu magistrale interprete. Il grande successo della tournée incise a fondo nella coscienza sociale italiana, tanto da far riaffiorare una memoria (a tratti) rimossa, fra cui quella delle foibe, e dell’esodo di massa di cittadini italiani, che dopo il trattato di pace del 47 dovettero lasciare vasti territori dell’Istria, e di quella fascia della costiera adriatica, terminando così di essere geograficamente italiani. jpg

23 febbraio 2019 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "CALENDAR GIRLS"

Regia di Paolo Di Nita.
UNA COMMEDIA DI GRANDE IRONIA E DI GRASSE RISATE.
Il successo risiede molto nel coraggio e nell'ironia con cui le GIRLS si spogliano, al di fuori dei rigidi canoni di perfezione ed eterna giovinezza. jpg

9 marzo 2019 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "OTELLO"

Riduzione e Regia di Luca Ferri, dall'Opera di W. Shakespeare.
Compagnia Anà-Thema teatro di Udine.
Una rappresentazione agile, lucida e avvincente che mette in scena un Otello appena sposato con una delicata Desdemona. Ogni scetticismo sulla contemporaneità della rappresentazione lascia spazio all’efficacia di un thriller psicologico in grado di mettere in scena i sentimenti che muovono la tragedia proprio come li concepì Shakespeare. jpg

23 marzo 2019 , ore 21.00

STAGIONE TEATRALE 2018/2019 - "STORIE DELLA BASSA"

Con Vito Stefano Bicocchi, scritto da Maurizio Garuti.
Un monologo che porta in scena un mondo a noi particolarmente vicino, quello appunto della Bassa, il mondo della sua infanzia, le radici della sua maschera emiliana.
I protagonisti sono donne e uomini padani, personaggi zavattiniani legati alla terra e al buon cibo e quindi all’amore, simboli di quell’identità che parte da Bertoldo, passa per Zavattini e arriva fino a Fellini, quello di Amarcord. Ogni personaggio parla in prima persona, esprimendosi in una sorta di monologo che porta in luce frammenti autobiografici, evocando quadri di vita vicini e lontani nel tempo. jpg

Piazza Garibaldi, 2
Tel: 0522-952885
 
Il Teatro Comunale è un edificio autonomo che sorge nella centrale Piazza Garibaldi. Progettato nel 1919 dall'ing. Aldo Govoni, fu inaugurato nel 1924. La facciata ha un impianto semplice e classico (con tre finestre timpanate al primo piano) ed e sormontata da un timpano ornato da delicati bassorilievi in stile liberty. La sala, di pianta rettangolare, è composta dalla platea e da un'unica galleria, sorretta da colonnine in muratura con capitelli leggermente decorati. Interessanti bassorilievi in stucco, con figure femminili, raccordano i muri perimetrali con il soffitto. Lo stile generale della struttura e della decorazione (che non comprende parti dipinte) è di semplice ma gradevole gusto tardo-liberty. Alla fine degli anni Quaranta il teatro, adibito a cinematografo, rischio di essere radicalmente trasformato: Fortunatamente la sala ha conservato la tipologia originaria, mentre è stato purtroppo demolito il palcoscenico con il graticcio originale, a causa dell'arretramento del boccascena, per guadagnare spazio in platea. All'inizio degli anni Ottanta furono avviati lavori di recupero e risanamento diretti dall'arch. Cigarini. Oltre al risanamento delle fondazioni e delle strutture murarie, è stato ricostruito il palcoscenico con relativo arcoscenico. Nel retro del teatro, è stato inoltre edificato ex-novo un elemento in cemento armato a forma absidale, ove hanno trovato posto i camerini e i servizi per gli artisti, nonché l'accesso dei materiali di scena. Nell'atrio sono state conservate le originali scale di accesso alla balconata, mentre, con elementi prefabbricati, è stato ricavato un piccolo guardaroba e la biglietteria. Dietro la galleria, vi sono i vani predisposti per la cabina di regia e di proiezione destinata all'attività cinematografica che si alterna regolarmente all'attivita teatrale. Il sisma del 15 ottobre 1996 ha causato al teatro ingenti danni, che ne hanno determinato la chiusura per oltre un anno. Eseguiti successivamente lavori di consolidamento strutturale ed alcune modifiche al sistema di illuminazione della sala e alle tappezzerie, è stato riaperto al pubblico nel dicembre del 1998. Nell'ottobre del 2002, il Teatro Comunale è stato intitolato al soprano lirico bagnolese "Ilva Ligabue" ed ha assunto pertanto la nuova denominazione di Teatro Comunale "Gonzaga - Ilva Ligabue". Con tale intitolazione l'Amministrazione Comunale ha inteso ricordare la celebre cantante, scomparsa nel 1998, per la sua brillante carriera artistica,che l'ha vista protagonista nei piu celebri teatri lirici del mondo.
Per informazioni :
Centro Culturale Ca' Rossa
(Carlal Prati)
Tel: 0522-951948
e-mail: biblioteca@comune.bagnolo.re.it
e-mail: prati.carla@unioneterradimezzo.re.it